Vi interessano “rinomate marche di automobile costosi”?

Gioie e dolori dello spam, ogni tanto più gioie che dolori.

Come oggi, per esempio, a due miei indirizzi di posta in disuso (avente lo stesso dominio), sono arrivati questi due messaggi spam:

1° Messaggio:

Mittente: bigfab@vecchiodominiolavoro.biz (praticamente me stesso!)

Destinatario: bigfab@vecchiodominiolavoro.biz

Oggetto: Vi offriamo la possibilita di incrementare i vostri introiti di 918 eur alla settimana.

Testo: Ciao, amico, (amico a chi?! Pussa via!) Noi siamo holding forte.
Dal 1991 ci occupiamo della vendita di rinomate marche di automobile costosi
quali Mercedes. Noi cerchiamo operatori nel vostro paese. Potete contattarmi direttamente all’indirizzo: fabaccamdnx7@hotmail.com.

2° Messaggio:

Mittente: bigfab2@vecchiodominiolavoro.biz (di nuovo me stesso!)

Destinatario: bigfab2@vecchiodominiolavoro.biz

Oggetto: La nostra proposta e interessante per il 68% della popolazione. (BUAHAHAHAHAHAH!)

Testo: Ciao, amico (di nuovo?! Ma chi ti conosce!!!), Noi siamo societa nota. (e infatti non vi firmate!) Dal 1993 (ma non era dal 1991?!) ci occupiamo della vendita di rinomate marche di automobile rinomati quali Audi.
Noi Stiamo cercando agenti nel vostra citta. Potete contattarmi direttamente all’indirizzo: frankiewiczcjpwran@hotmail.com

Ovviamente, è un evidentissimo caso di spam truffaldino: il mittente risulta essere il mio stesso indirizzo, l’italiano è pessimo (vabbé, qui occorrerebbe aprire una parentesi sul pessimo italiano usato nel mondo del lavoro, sed transeat), i dati delle due email si contraddicono, gli indirizzi email sono di provider che offrono il servizio gratuitamente. Per spam truffaldino intendo email spam false e molto molto molto probabilmente truffaldine; lo “spam” semplice è quello di aziende realmente esistenti, che purtroppo hanno avuto la splendida idea di comprare liste di indirizzi email da nonsochi per rompere i maroni inondare le suddette caselle di posta di pubblicità non richiesta.

Saluti spam dal Vs. BigFab.

Evviva! Ho superato i 100 commenti spam ricevuti!!

Immagine tratta da www.ricerchemaestre.it

L’11 giugno 2007 ho aperto questo piccolo, lillipuziano, microscopico blog. Oggi, a distanza di poco più di un mese, il filtro antispam Akismet mi informa di aver bloccato la bellezza di 106 commenti spam.

Per darvi l’idea della “grandezza” del mio blog, vi riporto alcuni dati: ad oggi ho ricevuto 778 visite, poco più di 21 al giorno, con un picco di 63. Il post più quotato è stranamente quello più corto (ma anche il più curioso), ovvero quello del ladro ninja; più distaccati, ma alquanto visti, sono i post sull’aggiornamento del computer e quello sul presunto errore alla maturità.

Chi naviga abitualmente comprende che questi numeri sono l’equivalente delle visite effettuate da una persona presso i propri parenti all’interno di una metropoli di dieci milioni di abitanti! Ora, se un piccolo, lillipuziano, microscopico blog come il mio riceve una media di quasi 3 commenti spam al giorno, ci possiamo rendere conto delle dimensioni strabordanti che ha assunto questa pubblicità non desiderata, non solo sui blog, ma anche (per non dire soprattutto) nelle nostre caselle di posta elettronica.

Faccio un altro concreto esempio. Ho un indirizzo email che sono costretto a tenere attivo, ma da tempo non lo utilizzo più, semplicemente perché è inutilizzabile: oggi è uno di quei giorni in cui mi sono ricordato di “pulirlo”, per cui ho eliminato 634 messaggi spam accumulati negli ultimi venti giorni (circa) nella casellina antispam del mio account.

Per le email valgono quindi le solite regole: se possedete dei siti/blog non fate apparire la vostra email sul sito (fate un link all’indirizzo, mettete un form sul sito); non rispondete alle email “inviate questa mail a 10 persone, si realizzerà il vostro desiderio ecc. ecc.”; quando inviate la stessa email a più persone usate l’opzione “ccn”, ovvero “copia per conoscenza nascosta”; non rispondete ad email che vi chiedono di cancellarvi dalla lista di newsletter / aggiornamenti se non vi ricordate di esservi mai iscritti prima; utilizzate un indirizzo “sacrificabile” ed uno per le attività che considerate maggiormente importanti.

Se avete un blog, magari con WordPress… attivate Akismet! )

Saluti antispam dal vs. BigFab.

Comment posted by andrea
at 7/17/2007 3:08:31 PM

> Akismet mi informa di aver bloccato la bellezza di 106 commenti spam.

Beh, che dire? Complimenti! D

Comment posted by BigFab
at 7/18/2007 3:59:26 AM

Ho vinto qualche cosa? ;)

Ciao Andrea.