Toyota Prius: quando una tecnologia intelligente e coraggiosa viene premiata dalle vendite

Toyota Prius

Apprendo da Autoblog che la Toyota ha annunciato di aver superato il milione di Prius vendute nel mondo. La cifra, di per sé limitata, assume una rilevanza notevole alla luce della principale caratteristica di questa vettura: si tratta infatti della prima auto di serie prodotta con un motore a benzina ed un motore elettrico che lavorano in simbiosi. Spiegare il funzionamento di questo sistema ibrido non è immediato, pertanto Vi invito ad andare su questo sito che la Toyota ha dedicato al proprio sistema (applicato anche ad alcune Lexus, il marchio di lusso di Toyota).

Guidare la Prius è invece molto semplice, oltre che essere un’esperienza sorprendente: dovendo (forse) cambiare auto tra qualche mese, mi sono recato in un concessionario Toyota ed un disponibile venditore mi ha fatto provare l’auto. A parte la vettura in sé, molto ben rifinita, comoda, molto silenziosa, seppur un po’ rigida come sospensioni (per i miei gusti), la guida è un’esperienza nuova: metti in moto e non senti nulla, si legge solo “ready” sul display, si parte e, dopo qualche decina di metri, si mette in moto il motore a benzina, sommesso e silenzioso; il cambio automatico sceglie il rapporto migliore per guidare in economia e con un basso numero di giri; ai semafori ed agli stop senti il silenzio, perché il motore a benzina si spegne, innestandosi dopo che si è ripartiti con l’elettrico; schiacci l’acceleratore e l’auto scarica a terra gli oltre 400 Nm di coppia del sistema elettrico+benzina, mentre il guidatore può concentrarsi solo sulla strada. Vi dico che l’avrei acquistata immediatamente!

Il prezzo non è leggero (poco più di 26.000 euro compreso di tutto, ad eccezione del navigatore), ma la Prius, oltre ad usufruire di 2.000 euro di bonus statale (valido anche per il 2009 e, se si rottama una euro 0,1 o 2 immatricolata prima del 1997, si detraggono ulteriori 800 euro), si ripaga con dei consumi contenutissimi (dai 18 ai 23 km/lt) e, come tutte le ibride (Toyota Prius, alcuni modelli Lexus e la Honda Civic Hybrid) può circolare liberamente senza blocchi del traffico. Ah, dimenticavo, la garanzia sull’auto è di 3 anni o 100.000 km, mentre sulla parte ibrida (motore elettrico, generatore, batterie) è di 8 anni o 160.000 km.

Bene, dopo aver precisato che non lavoro per Toyota né posseggo azioni della casa nipponica 😉 per chi ne vuole sapere di più può documentarsi su questo sito, dove l’ottimo The Tramp, un appassionato possessore della Prius, farà gli onori di casa.

Saluti ambientali dal vs. BigFab.

Annunci