Mac Os 10.5 nome in codice “Leopard”

Immagine tratta da www.apple.com/it

Domani apriranno la gabbia e un nuovo Leopardo abiterà la savana informatica.

Qualcuno non sa cosa mettersi per l’occasione, io non saprei dove mettere questo nuovo animaletto… almeno per il momento!

Saluti predatori dal Vs. BigFab.

An Apple a day…

Immagine tratta da www.apple.com

Parliamo di Apple.

E parliamo del mio (non) rapporto con il Mac. Anni e anni fa ero un convinto fan di Windows, per alcuni motivi molto semplici: maggior diffusione, compatibilità hardware a 359°, possibilità di montare nel mio “scatolotto” qualsiasi scheda volessi. Logico rivolgermi a sistemi “aperti” come da me era considerato Windows, rispetto ad un Mac non compatibile se non con se stesso: all’epoca (anni ‘90) era così.

Ora siamo nel “futuro”, nel nuovo millennio e mi risulta evidente che:

  1. I sistemi aperti sono tutt’altro che Windows
  2. Grazie ai numerosi software opensource, come Open Office, si possono redigere documenti in formati standard leggibili da sistemi operativi diversi come Windows, Mac, Linux, ecc., senza essere costretti a comprare programmi appositi
  3. Grazie alla posta elettronica non sono più vincolato al supporto (il vecchio caro dischetto) che, se formattato per Windows, non può essere letto da Mac e viceversa: faccio un documento in formato standard (es. un testo in .odt, anzichè .doc) e lo invio via mail, sicuro che chi lo riceve (se non usa ovviamente programmi “proprietari” come MS Office) è in grado di leggerlo indipendentemente dal computer utilizzato.

Pertanto mi sono avvicinato al mondo Apple, ho provato dei Mac, ho letto blog e commenti tutti molto positivi (per non dire entusiastici) ed il desiderio di provare ad utilizzare un nuovo mezzo è diventato molto forte. Siccome il computer è per me prima di tutto uno strumento di lavoro, la scelta del nuovo hardware sarà ovviamente sottoposta ad analisi di budget stringatissime! ;) La conseguenza è che ignoro esattamente quando e cosa acquisterò.

Questa doverosa premessa era per comunicarvi una mia riflessione sul mondo Apple in generale, soprattutto alla luce degli ultimi avvenimenti. Si è da poco concluso il WWDC Keynote 2007 a San Francisco, dove Steve Jobs, big boss della Apple, ha presentato al pubblico presente ed al mondo intero le novità relative al sistema operativo Leopard che sostituirà l’attuale Tiger, nonchè alcuni ulteriori approfondimenti sul nuovo telefono cellulare Iphone (definirlo solamente telefono è un pò riduttivo, lo so).

Ebbene, quello che mi ha stupito è che su molti blog e forum c’è stata delusione sui contenuti di questo incontro: chi si aspettava nuovi Imac, chi sperava nel mini Macbook (anch’io, per la verità!), chi ha considerato il tutto sotto tono. Questo può anche starci, gli appassionati (soprattutto quando diventano talmente accesi da trasformarsi in “integralisti” della Mela, non risultando più obiettivi) si aspettano sempre il massimo. Quello che mi ha stupito è stata la reazione degli investitori della Apple che, dopo il keynote, hanno espresso le loro idee vendendo azioni.

Secondo il mio modestissimo parere la Apple, ottima ed innovativa azienda, non è il fulcro del mondo dell’IT. In molti aspetti attualmente si può considerare all’avanguardia, direi quasi allo stato dell’arte, per stile, design, affidabilità, facilità d’uso. Quello che mi spaventa è la schizofrenia del mercato ed il delirio degli appassionati che, trascinati dall’euforia, rischiano di trasformarsi in fan-adepti-integralisti della Mela. Se a Cupertino Steve Jobs sternutisce, non significa che il mondo dell’IT ha l’influenza! Credo nella solidità Apple? Voglio comprare azioni Apple? Benone, mi lancio e compro. Ma se ad una convention come quella di pochi giorni fa si parla solo di Leopard e di Iphone e non si accenna ai nuovi processori Santa Rosa o agli schermi a led, non posso pensare che azioni valutate 120 dollari, con un target price (per me assurdo) di 150 dollari, calino di tre punti percentuali!!! E’ anche vero che gli analisti finanziari passano i primi sei mesi dell’anno a fare previsioni ed i successivi sei mesi a spiegare perchè le previsioni fatte erano sbagliate, però!!! ;)

Dico fesserie? Comunicatemelo! Mi piacerebbe che qualcuno, magari più addentro al mondo Mac, mi facesse sapere la sua opinione.

Un saluto dal Vs. BigFab