Vi interessano “rinomate marche di automobile costosi”?

Gioie e dolori dello spam, ogni tanto più gioie che dolori.

Come oggi, per esempio, a due miei indirizzi di posta in disuso (avente lo stesso dominio), sono arrivati questi due messaggi spam:

1° Messaggio:

Mittente: bigfab@vecchiodominiolavoro.biz (praticamente me stesso!)

Destinatario: bigfab@vecchiodominiolavoro.biz

Oggetto: Vi offriamo la possibilita di incrementare i vostri introiti di 918 eur alla settimana.

Testo: Ciao, amico, (amico a chi?! Pussa via!) Noi siamo holding forte.
Dal 1991 ci occupiamo della vendita di rinomate marche di automobile costosi
quali Mercedes. Noi cerchiamo operatori nel vostro paese. Potete contattarmi direttamente all’indirizzo: fabaccamdnx7@hotmail.com.

2° Messaggio:

Mittente: bigfab2@vecchiodominiolavoro.biz (di nuovo me stesso!)

Destinatario: bigfab2@vecchiodominiolavoro.biz

Oggetto: La nostra proposta e interessante per il 68% della popolazione. (BUAHAHAHAHAHAH!)

Testo: Ciao, amico (di nuovo?! Ma chi ti conosce!!!), Noi siamo societa nota. (e infatti non vi firmate!) Dal 1993 (ma non era dal 1991?!) ci occupiamo della vendita di rinomate marche di automobile rinomati quali Audi.
Noi Stiamo cercando agenti nel vostra citta. Potete contattarmi direttamente all’indirizzo: frankiewiczcjpwran@hotmail.com

Ovviamente, è un evidentissimo caso di spam truffaldino: il mittente risulta essere il mio stesso indirizzo, l’italiano è pessimo (vabbé, qui occorrerebbe aprire una parentesi sul pessimo italiano usato nel mondo del lavoro, sed transeat), i dati delle due email si contraddicono, gli indirizzi email sono di provider che offrono il servizio gratuitamente. Per spam truffaldino intendo email spam false e molto molto molto probabilmente truffaldine; lo “spam” semplice è quello di aziende realmente esistenti, che purtroppo hanno avuto la splendida idea di comprare liste di indirizzi email da nonsochi per rompere i maroni inondare le suddette caselle di posta di pubblicità non richiesta.

Saluti spam dal Vs. BigFab.

Attenti: Hitman vi vuole uccidere! (ma prima vi avverte per email).

Immagine tratta da www.7nights.com

Apprendo da Repubblica una nuova truffa che sta girando in rete negli Stati Uniti tramite email. Siccome importiamo sempre il meglio dall’estero (eufemismo!), sono convinto che presto arriverà anche da noi, per cui provvedo ad avvisarvi.

< Thriller mode on >
Immaginate di ricevere una email di un certo “Hitman” che vi comunica di essere stato assunto per uccidervi: potrete scampare alla morte in cambio di un modico compenso, variabile tra i 10.000 ed i 30.000 $. La reazione più logica è quella di prendere detta mail e di spostarla nel cestino. Immaginate ora di ricevere, dopo circa una settimana, un’altra email del nostro Hitman in cui vi viene chiesto se avete riflettuto e se intendete pagare; allegata all’email potrebbe anche esserci una lista di vostre informazioni personali. A questo punto il dubbio e la paura iniziano ad insinuarsi nella vostra vita. Ta-ta-ta-tan!!! < Thriller mode off >

L’ FBI ha ricevuto la prima segnalazione nel Dicembre 2006; ad oggi le denunce sono circa un centinaio, ma il “bureau” sospetta che molti abbiano provveduto a rispondere ed a pagare “Hitman”, in ovvia dipendenza dal ruolo rivestito da queste persone nella società, dai soldi a disposizione, da quanti e quali scheletri ci sono nei loro armadi.

Non sottovalutate mai i sottili giochi psicologici alla base dei tentativi di truffa: dalle truffe “alla nigeriana“, ai tentativi di phishing più o meno riusciti, il rischio di caderci dentro è reale.

Nel dubbio, cercate sempre tramite un motore di ricerca, notizie sulla mail ricevuta (email di banche, poste, lotterie, avvocati, “capitani” di polizia di nome Prisco Mazzi, ecc.), sempre senza mai cliccare sui link riportati nelle email e senza mai comunicare username e password ad alcuno!!!

Se in internet non trovate nulla, potete cercare sul sito di Antiphishing Italia per quanto riguarda le truffe e sul sito del mitico Paolo Attivissimo per tutte le varie bufale, catene di Sant’Antonio, appelli pro o contro, ecc.

Così magari diminuiranno tutte le boiate che girano in Rete. Oppure no?

Saluti bufaleschi dal vs. BigFab.