Settemila ausiliari Carabinieri senza lavoro

Ho letto con dispiacere il servizio su Repubblica degli oltre 7.000 ausiliari carabinieri che, rimasti senza la possibilità di diventare carabinieri effettivi, a causa dell’annullamento della leva obbligatoria e l’introduzione della figura del militare professionista (ricordo che i Carabinieri sono un corpo dell’Esercito), sono rimasti esclusi da altre possibilità di lavoro.
La cosa che mi ha dato più fastidio è la solita ottusa burocrazia italiana: per l’Inps essi sono stati “militari volontari” retribuiti, quindi non posso ricevere l’accredito dei contributi versati all’Inpdap ai fini pensionistici; quando però ci sono dei concorsi pubblici con la quota di partecipazione spettante ai volontari delle Forze Armate, ebbene questi non vengono più riconosciuti come volontari, così come non possono essere inseriti nel programma di ricollocamento nel mondo del lavoro dei volontari congedati senza demerito. Una storia kafkiana, resa ancora più assurda alla luce della carenza di organico perenne in cui versano le forze dell’ordine ed ennesima dimostrazione del fatto che la burocrazia pubblica è il vero pantano in cui è sprofondato il nostro paese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: